18 aprile 2018 11:08

Aumento di capitale: conclusa in anticipo l’offerta in Borsa dei diritti di opzione non esercitati

NOT FOR RELEASE, PUBLICATION OR DISTRIBUTION, IN WHOLE OR IN PART, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO OR FROM THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA, JAPAN OR ANY JURISDICTION WHERE TO DO SO WOULD CONSTITUTE A VIOLATION OF THE RELEVANT LAWS OF SUCH JURISDICTION

 

Facendo seguito al comunicato diffuso in data 13 aprile 2018, Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A. (“IGD”), comunica che, nel corso della prima seduta di Borsa tenutasi in data odierna, sono stati venduti, per un ammontare complessivo pari a Euro 1.532.943,24, tutti i n. 1.636.012 diritti di opzione non esercitati nel corso del periodo di opzione (i “Diritti Inoptati”), riguardanti la sottoscrizione di n. 584.290 azioni ordinarie IGD di nuova emissione (le “Nuove Azioni”) rivenienti dall’aumento di capitale deliberato dall’Assemblea Straordinaria del 12 febbraio 2018.

L’esercizio dei Diritti Inoptati acquistati nell’ambito dell’offerta sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. e, conseguentemente, la sottoscrizione delle relative Nuove Azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, entro e non oltre il terzo giorno di Borsa aperta successivo a quello di comunicazione della chiusura anticipata, e quindi entro e non oltre il 23 aprile 2018.

I Diritti Inoptati saranno messi a disposizione degli acquirenti tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. e potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle Nuove Azioni al prezzo di Euro 5,165 per Nuova Azione, nel rapporto di n. 5 Nuove Azioni ogni n.14 Diritti Inoptati acquistati.

Si ricorda che (i) nel corso del periodo di offerta in opzione sono stati esercitati n. 79.668.540 diritti di opzione e, quindi, già sottoscritte n. 28.453.050 Nuove Azioni, pari al 97,99% del totale delle Nuove Azioni offerte, per un controvalore complessivo pari a Euro 146.960.003,50; e (ii) l’offerta rimane garantita per la sua totalità poiché Banca IMI S.p.A. (Gruppo Intesa Sanpaolo), BNP Paribas e Morgan Stanley & Co. International plc, in qualità di Joint Global Coordinator e Joint Bookrunner, si sono impegnati, ai termini e alle condizioni previste nel contratto di garanzia, tra l’altro, a sottoscrivere le Nuove Azioni in numero corrispondente ai Diritti Inoptati fino al controvalore complessivo dell’aumento di capitale, al netto della quota sottoscritta da Coop Alleanza 3.0 Soc. Coop., e pertanto per un ammontare massimo pari a circa Euro 88,61 milioni.

Il Documento di Registrazione, la Nota Informativa e la Nota di Sintesi sono disponibili presso la sede legale di IGD in Ravenna (RA) via Agro Pontino n. 13, nonché sul sito internet di IGD www.gruppoigd.it.

L’aumento di capitale consentirà a IGD di migliorare gli indicatori finanziari il cui andamento è già in linea con gli obiettivi comunicati al mercato e inclusi nel Piano Industriale 2016-2018 (Loan to Value compreso tra 45% e 50% e Interest Cover Ratio superiore a 3x alla fine del 2018).

 

 

* * * * *
Note legali
NON DESTINATO ALLA COMUNICAZIONE, PUBBLICAZIONE O DISTRIBUZIONE INTEGRALE O PARZIALE, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, DA O IN O A SOGGETTI SITUATI O RESIDENTI NEGLI STATI UNITI, IN AUSTRALIA, IN CANADA O IN GIAPPONE O IN QUALSIASI GIURISDIZIONE IN CUI TALE CONDOTTA SIA SOGGETTA ALL’AUTORIZZAZIONE DA PARTE DI AUTORITÀ LOCALI O SIA ALTRIMENTI VIETATA AI SENSI DI LEGGE.
Il presente comunicato e le informazioni ivi contenute non includono o costituiscono un’offerta di vendita di strumenti finanziari, o una sollecitazione di un’offerta ad acquistare o sottoscrivere strumenti finanziari negli Stati Uniti, in Australia, Canada o Giappone nonché in qualsiasi altro Paese in cui tale offerta o sollecitazione sarebbe soggetta all’autorizzazione da parte di autorità locali o comunque vietata ai sensi di legge (gli “Altri Paesi”). Qualunque offerta pubblica sarà realizzata in Italia sulla base di un prospetto, approvato da CONSOB in conformità alla regolamentazione applicabile.
Il presente comunicato, parte di esso o la sua distribuzione non possono costituire la base di, né può essere fatto affidamento sullo stesso rispetto a, un eventuale accordo o decisione di investimento. Gli strumenti finanziari non sono stati e non saranno registrati negli Stati Uniti ai sensi dello United States Securities Act of 1933, come successivamente modificato (il “Securities Act”), o ai sensi delle leggi vigenti negli Altri Paesi. Gli strumenti finanziari non possono essere offerti o venduti negli Stati Uniti, salvo che gli stessi siano registrati ai sensi del Securities Act o in presenza di un’esenzione dalla registrazione ai sensi del Securities Act. IGD – Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A. (la “Società”) non intende registrare alcuna parte dell’offerta negli Stati Uniti.
Il presente comunicato non costituisce né un’offerta di vendita né una sollecitazione ad acquistare o sottoscrivere strumenti finanziari. Il presente comunicato è stato predisposto sul presupposto che qualsiasi offerta di strumenti finanziari cui lo stesso faccia riferimento in qualsiasi Stato membro dello Spazio Economico Europeo (“SEE”) che abbia recepito la Direttiva Prospetti (ciascuno, un “Stato Membro Rilevante”) sarà effettuata sulla base di un prospetto approvato dall’autorità competente e pubblicato in conformità a quanto previsto dalla Direttiva Prospetti (l’“Offerta Pubblica Consentita”) e/o ai sensi di un’esenzione dal requisito di pubblicazione di un prospetto per offerte di strumenti finanziari prevista dalla Direttiva Prospetti.
Conseguentemente, chiunque effettui o intenda effettuare un’offerta di strumenti finanziari in uno Stato Membro Rilevante diversa dall’Offerta Pubblica Consentita può farlo esclusivamente laddove non sia previsto alcun obbligo per la Società o uno dei Joint Global Coordinator o dei manager di pubblicare rispettivamente un prospetto ai sensi dell’articolo 3 della Direttiva Prospetti o un supplemento al prospetto ai sensi dell’articolo 16 della Direttiva Prospetti, in relazione a tale offerta.
L’espressione “Direttiva Prospetti” indica la Direttiva 2003/71/CE (tale Direttiva e le relative modifiche, nonché la Direttiva 2010/73/UE, nella misura in cui sia recepita nello Stato Membro Rilevante) unitamente a qualsiasi misura di attuazione nel relativo stato membro. Il presente documento rappresenta un comunicato e non costituisce un prospetto ai sensi della Direttiva Prospetti. Il prospetto relativo all’offerta pubblica in Italia e all’ammissione a quotazione delle azioni IGD di nuova emissione (le “Nuove Azioni”) è stato pubblicato in conformità alla Direttiva Prospetti. Gli investitori non dovrebbero sottoscrivere alcuno strumento finanziario di cui al presente documento se non sulla base delle informazioni contenute nel relativo prospetto.
I Joint Global Coordinator, le relative collegate o ciascuno dei rispettivi amministratori, funzionari, collaboratori, consulenti o agenti declinano ogni responsabilità (sia per negligenza o altro) derivante da, e non rilasciano, alcuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, in merito alla veridicità, accuratezza o completezza delle informazioni contenute nel presente comunicato o qualsiasi altra informazione relativa alla Società, alle sue controllate o società collegate, o per qualsiasi perdita derivante dall’utilizzo del presente comunicato o dal suo contenuto o in connessione con esso. Nessun soggetto diverso dalla Società sarà considerato quale cliente dei Joint Global Coordinator in relazione all’aumento di capitale e gli stessi non saranno responsabili di fornire ad alcun soggetto tutele né consulenza in relazione all’aumento di capitale, al contenuto del presente comunicato o a qualsiasi transazione, accordo o altra questione cui si faccia riferimento nel presente documento.
In conformità con il Regolamento (UE) n. 1286/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 novembre 2014 relativo ai documenti contenenti le informazioni chiave per i prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (PRIIPs) e ai relativi atti delegati e di attuazione (la “Normativa PRIIPs”), un c.d. key information   document relativo ai Diritti di Opzione (come di seguito definiti) è stato predisposto dalla Società e messo a disposizione agli investitori sul sito internet www.gruppoigd.it. Tale key information document è un documento predisposto esclusivamente dalla Società senza alcuna consulenza da parte dei Joint Global Coordinators. Nessuno dei Joint Global Coordinator rilascia alcuna dichiarazione, espressa o implicita, o accetta qualsivoglia responsabilità in relazione al contenuto del key information document relativo ai Diritti di Opzione predisposto dalla Società né assume alcun impegno di aggiornare il contenuto del key information document in conformità alla Normativa PRIIPs, di effettuare qualsivoglia attività di revisione del medesimo ovvero di fornire tale key information document ai futuri distributori dei Diritti di Opzione. Ciascuno dei Joint Global Coordinator e le relative collegate conseguentemente declinano qualsivoglia responsabilità contrattuale o extracontrattuale derivante o altrimenti connessa al key information document predisposto dalla Società.
 
Informazioni ai Distributori
Unicamente ai fini degli obblighi di governance dei prodotti previsti: (a) nella Direttiva 2014/65/UE relativa ai mercati degli strumenti finanziari, come successivamente modificata (“MiFID II”); (b) agli articoli 9 e 10 Direttiva Delegata 593/2017/UE che integra la direttiva MiFID II; e (c) dalle misure di recepimento nazionali (congiuntamente gli “Obblighi di Governance dei Prodotti MiFID II”), e declinando qualsiasi responsabilità che possa emergere a titolo contrattuale, extracontrattuale o ad altro titolo nei confronti di qualsiasi “produttore” (ai sensi degli Obblighi di Governance dei Prodotti MiFID II) in relazione a tali obblighi, i diritti di opzione per la sottoscrizione delle Nuove Azioni (i “Diritti di Opzione”) e le Nuove Azioni sono stati oggetto di un processo di approvazione del prodotto, che ha identificato i Diritti di Opzione e le Nuove Azioni quali: (i) compatibili con un mercato di riferimento finale di investitori al dettaglio e di investitori che posseggono i requisiti dei “clienti professionali” e delle “controparti qualificate” così come rispettivamente definiti ai sensi della MiFID II; e (ii) riservate per la distribuzione attraverso tutti i canali di distribuzione come consentiti dalla MiFID II (la “Valutazione del Mercato di Riferimento”). Nonostante la Valutazione del Mercato di Riferimento, i distributori dovrebbero tenere in considerazione che: il prezzo dei Diritti di Opzione e delle Nuove Azioni potrebbe diminuire e gli investitori potrebbero perdere tutto o parte del loro investimento; i Diritti di Opzione e le Nuove Azioni non garantiscono alcun rendimento o alcuna protezione del capitale investito; e un investimento nei Diritti di Opzione e nelle Nuove Azioni è compatibile solamente con investitori che non necessitino di una garanzia di rendimento o una protezione del capitale investito che (sia da soli o con il supporto di un consulente finanziario o di altro genere) siano capaci di valutare il merito e i rischi connessi a tale investimento e che abbiano risorse sufficienti per sopportare qualsiasi eventuale perdita ne possa derivare. La Valutazione del Mercato di Riferimento non pregiudica qualsiasi restrizione, contrattuale, legale o regolamentare prevista in relazione all’Offerta.
Si precisa che, la Valutazione del Mercato di Riferimento non costituisce: (a) una valutazione dell’adeguatezza o idoneità ai fini MiFID II; o (b) una raccomandazione rivolta a qualsivoglia investitore o gruppo di investitori di investire o acquistare, o intraprendere qualsivoglia operazione riguardo ai Diritti di Opzione e alle Nuove Azioni.
Ogni distributore è responsabile di operare la propria valutazione del mercato di riferimento in relazione ai Diritti di Opzione e alle Nuove Azioni e determinarne i canali di distruzione appropriati.
È responsabilità di ciascuno dei distributori assicurare che il key information document sia fornito a qualsiasi investitore qualificabile come “investitore al dettaglio”.