La nostra politica di remunerazione

La Politica di Remunerazione adottata da IGD è funzionale al perseguimento del successo sostenibile della Società e tiene conto della necessità di disporre, trattenere e motivare persone dotate della competenza e della professionalità richieste dal ruolo ricoperto.

In particolare la remunerazione dell’Amministratore Delegato, degli Amministratori investiti di particolari cariche e dei Dirigenti con Responsabilità Strategiche mira:

  • ad attrarre, trattenere e motivare un top management dotato di elevate qualità professionali;
  • a coinvolgere e incentivare il top management la cui attività è ritenuta di fondamentale importanza per il raggiungimento degli obiettivi di IGD e del Gruppo;
  • a promuovere la creazione di valore per gli azionisti nel medio-lungo periodo tenendo conto degli interessi degli altri stakeholder rilevanti per IGD;
  • a creare un forte legame tra remunerazione e performance, di IGD e del Gruppo.

Per gli altri Amministratori, la Politica di Remunerazione prevede un compendo adeguato alla competenza, alla professionalità e all’impegno richiesti dai compiti loro attribuiti all’interno del Consiglio di Amministrazione e nei comitati consiliari e non è legata ai risultati economici conseguiti da IGD.

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 14 aprile 2022 ha approvato la prima sezione della Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti, già approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 24 febbraio 2022, avente ad oggetto la remunerazione dei componenti del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e dei Dirigenti con responsabilità strategiche con riferimento all’esercizio 2022.

L’Assemblea ha deliberato in senso favorevole anche sulla seconda sezione della Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti, che contiene l’indicazione dei compensi corrisposti ai componenti del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e ai Dirigenti con responsabilità strategiche (per questi ultimi in forma aggregata) nell’esercizio 2021 o ad esso relativi; tale sezione è stata sottoposta al voto non vincolante dell’Assemblea Ordinaria degli Azionisti.

 

Compensi

PRESIDENTE

Il compenso del Presidente non è legato ai risultati economici conseguiti da IGD e, pertanto, è composto unicamente da una componente fissa, così suddivisa:

  • un compenso annuo lordo relativo alla carica di Consigliere di Amministrazione pari a Euro 20.000,00, secondo quanto deliberato dall’Assemblea degli Azionisti del 15 aprile 2021;
  • un compenso annuo lordo pari a Euro 75.000,00 per la carica di Presidente, secondo quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 20 aprile 2021.

Non sono previsti trattamenti in caso di cessazione dalla carica di Presidente.

 

VICE PRESIDENTE

Il compenso del Vice Presidente non è legato ai risultati economici conseguiti da IGD e, pertanto, è composto unicamente da una componente fissa, così suddivisa:

  • un compenso annuo lordo pari a Euro 20.000,00 relativo alla carica di Consigliere di Amministrazione, secondo quanto deliberato dall’Assemblea degli Azionisti del 15 aprile 2021;
  • un compenso annuo lordo relativo alla carica di Vice Presidente pari a Euro 25.000,00, secondo quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 20 aprile 2021.

Non sono previsti trattamenti in caso di cessazione dalla carica di Vice Presidente.

 

AMMINISTRATORE DELEGATO

La remunerazione per la carica dell’Amministratore Delegato è composta da:

1. Una componente fissa costituita:

  • da un compenso annuo lordo relativo alla carica di Consigliere di Amministrazione pari a Euro 20.000,00, secondo quanto deliberato dall’Assemblea degli Azionisti del 15 aprile 2021;
  • da un compenso annuo lordo di Euro 300.000,00 per la carica di Amministratore Delegato, secondo quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 20 aprile 2021.

2. Una componente variabile legata al raggiungimento di specifici obiettivi di performance di IGD, costituita:

  • un compenso variabile di breve periodo, costituito dal 65% della remunerazione variabile complessiva, fino a un massimo pari al 32,5% della componente fissa determinata dal Consiglio di Amministrazione.
    • La corresponsione di tale incentivo è soggetta al raggiungimento di obiettivi di performance annuali, quali
      • EBITDA margin consolidato della gestione caratteristica con uno scostamento rispetto al budget compreso tra +-100 bp (per una percentuale pari al 22,5% della componente variabile),
      • FFO consolidato con uno scostamento rispetto al budget compreso tra +-2% (per una percentuale pari al 22,5% della componente variabile).
    • e di obiettivi di performance individuali, quali:
      • il miglioramento di almeno 2 rating ESG unsollicited, forniti da agenzie indipendenti, rispetto all’esercizio precedente, per una percentuale pari al 15% della componente variabile;
      • il complessivo miglioramento dello score riferibile alle sezioni 7 (Strategia e obiettivi) e 8 (Governo del rischio e relativi controlli) della Board Review annuale approvata dal CdA di IGD rispetto agli esiti dell’esercizio precedente, per una percentuale pari al 5% della componente variabile.
  • un compenso variabile di medio lungo periodo: previsto dal Piano Long Term Incentive di durata triennale, per una quota pari al 35% della remunerazione variabile complessiva e non può superare il 17,5% del compenso fisso determinato dal Consiglio di Amministrazione. La corresponsione di questo incentivo è subordinata al raggiungimento di obiettivi economico-finanziari e ESG riferiti al Piano Strategico 2022-2024 e nel dettaglio:
    • Loan To Value pari al 43%, con uno scostamento massimo pari a +-2%, per una percentuale pari al 12,5% della componente variabile;
    • Total Shareholder Return minimo pari al 50%, per una percentuale pari al 12,5% della componente variabile;
    • Grado medio di conseguimento dei 41 obiettivi ESG di Piano Industriale 2022-2024 superiore all’85%, per una percentuale pari al 10% della componente variabile.
  • un ulteriore importo pari al 10% della componente fissa della remunerazione, in caso di over-performance in relazione all’obiettivo di Loan to Value previsto dal Piano Industriale 2022-2024, che si realizza qualora si attesti al di sotto del 40%, con uno scostamento massimo pari a +-2%.

Componenti variabili della remunerazione dell'Amministratore Delegato (%)

DIRIGENTI CON RESPONSABILITÁ STRATEGICHE

La remunerazione per i Dirigenti con Responsabilità Strategiche è così composta:

  • da una componente fissa costituita dalla RAL prevista dal contratto individuale sottoscritto con IGD, in conformità al contratto nazionale per i dirigenti delle imprese cooperative, che regola il rapporto di lavoro;
  • da una componente variabile di breve periodo, che rappresenta il 65% della remunerazione variabile complessiva e non può superare il 30% della RAL percepita nell’esercizio precedente a quello di erogazione, subordinata al raggiungimento dei seguenti obiettivi di performance annuali:
    • EBITDA margin consolidato della gestione caratteristica con uno scostamento rispetto al budget compreso tra +-100 bp (per una percentuale pari al 22,5% della componente variabile);
    • FFO consolidato con uno scostamento rispetto al budget compreso tra +-2%, per una percentuale pari al 22,5% della componente variabile;
    • due o più obiettivi di performance individuali, definiti annualmente dall’Amministratore Delegato, sulla base di quanto previsto dall’assetto organizzativo di IGD, tenuto conto delle funzioni svolte da ciascun Dirigente, dei progetti strategici in cui lo stesso sia coinvolto e del proprio livello di responsabilità, la variazione dei quali deve in ogni caso essere legata ai risultati raggiunti, per una percentuale pari al 20% della componente variabile.
  • da una componente variabile di medio lungo periodo: previsto dal Piano Long Term Incentive rappresenta il 35% della remunerazione variabile complessiva e non può superare il 17,5% della RAL percepita nel triennio di riferimento. La corresponsione di questo incentivo è subordinata al raggiungimento di obiettivi economico-finanziari e ESG triennali riferiti al Piano Industriale 2022-2024 e nel dettaglio:
    • Loan To Value pari al 43% con uno scostamento massimo pari a +-2%, per una percentuale pari al 12,5% della componente variabile;
    • Total Shareholder Return minimo pari al 50% per una percentuale pari al 12,5% della componente variabile;
    • Grado medio di conseguimento dei 41 obiettivi ESG di Piano Industriale 2022-2024 superiore all’85%, per una percentuale pari al 10% della componente variabile.
  • un ulteriore importo pari al 10% della RAL, in caso di over-performance in relazione all’obiettivo di Loan to Value previsto dal Piano Industriale 2022-2024, che si realizza qualora si attesti al di sotto del 40% con uno scostamento massimo pari a +-2%.

Il raggiungimento degli obiettivi di performance annuale deve essere previamente verificato, per ciascun anno, dal Comitato per le Nomine e la Remunerazione successivamente alla data di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione di IGD del Progetto di bilancio di esercizio e del Bilancio consolidato relativo all’esercizio di riferimento. Le risultanze della verifica saranno oggetto di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione alla prima riunione utile. Si precisa, a tal riguardo, che la suddetta verifica è svolta, generalmente, nel mese di aprile dell’anno successivo a quello di riferimento. Il raggiungimento degli obiettivi di performance triennali deve essere invece verificato a seguito dell’approvazione del progetto di bilancio di esercizio e del bilancio consolidato relativi all’esercizio 2024.

La corresponsione della componente variabile della remunerazione è differita di un congruo lasso temporale rispetto al momento della maturazione. In particolare, per prassi, IGD eroga la componente variabile della remunerazione alla fine del semestre successivo al periodo di maturazione.

La Società non ha in essere piani di incentivazione basati su azioni (c.d. stock options).

 

Compensi corrisposti ai componenti del CdA, del Collegio Sindacale e ai Dirigenti con responsabilità strategiche nel 2021

Nome e CognomeCarica ricopertaCompensi fissiCompensi per la partecipazione ai comitatiBonus e altri incentiviBenefici non monetariTotale

Consiglio di Amministrazione

Rossella SaoncellaPresidente€79.452€3.000--€82.452
Claudio AlbertiniAmministratore Delegato€320.000-€131.250-€451.250
Stefano Dall'AraVice Presidente, Consigliere€31.835---€31.835
Silvia BenziConsigliere,
membro del CNR e del CPC
€14.301€3.750--€18.051
Rosa CipriottiConsigliere e
membro del CCR
€14.301€5.610--€19.912
Edy GambettiConsigliere€14.301---€14.301
Antonio RizziConsigliere,
membro del CPC e del CCR
€14.301€7.110--€21.412
Gery Robert-AmbroixConsigliere e
membro del CPC
€14.301€1.500--€15.801
Timothy Guy MIchele SantiniConsigliere e
membro del CNR
€20.000€5.250--€25.250
Alessia SavinoConsigliere€20.000---€20.000
Rossella SchiaviniConsigliere e
membro del CNR e del CCR
€14.301€10.666--€24.967

Collegio Sindacale

Gian Marco CommitteriPresidente€21.452---€21.452
Daniela PreiteSindaco Effettivo€20.000---€20.000
Massimo ScarafuggiSindaco Effettivo€14.301---€14.301

Dirigenti con responsabilità strategiche (No. 4)

-€560.694-€173.915€64.692€799.299
/Leggi la nostra newsletter per saperne di più