Composizione

Il Comitato Controllo e Rischi è composto da tre amministratori non esecutivi, tutti indipendenti. Alle riunioni del Comitato partecipano anche il Presidente del Consiglio di Amministrazione come Amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi oltre al Presidente del Collegio Sindacale; sono inoltre invitati a partecipare il Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione e l’Amministratore Delegato.

L’attuale comitato, risulta così composto:

  • Elisabetta Gualandri (Presidente)
  • Luca Dondi Dall’Orologio
  • Isabella Landi

Si segnala che in data 28 settembre 2020 il consigliere Sergio Lugaresi ha rassegnato le proprie dimissioni; per maggiori informazioni potete consultare il comunicato stampa relativo.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato, su proposta del Comitato per le Nomine e la Remunerazione, di cooptare la Dottoressa Isabella Landi quale nuovo componente indipendente, non esecutivo, del Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2386 del codice civile, in sostituzione del dott. Sergio Lugaresi. La Dottoressa Isabella Landi è stata nominata anche quale membro del Comitato Controllo e Rischi, in sostituzione del Consigliere dimissionario Sergio Lugaresi.

Funzionamento e riunioni

Il Comitato Controllo e Rischi esprime il proprio parere preventivo al Consiglio di Amministrazione nell’espletamento delle seguenti funzioni:

  • definizione delle linee di indirizzo del sistema di controllo interno, in modo che i principali rischi riguardanti IGD e le sue controllate risultino correttamente identificati, nonchè adeguatamente misurati, gestiti e monitorati, determinando inoltre criteri di compatibilità di tali rischi con una gestione dell’impresa coerente con gli obiettivi strategici individuati;
  • valutazione annuale dell’adeguatezza del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi rispetto alle caratteristiche dell’impresa e del profilo di rischio assunto, nonchè la sua efficacia;
  • approvazione annuale del piano di lavoro predisposto dal Responsabile della Funzione di Internal Audit, sentiti il Collegio Sindacale e l’Amministratore incaricato del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi;
  • descrizione nella relazione sul governo societario delle principali caratteristiche del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi e le modalità di coordinamento tra i soggetti in esso coinvolti, esprimendo la propria valutazione sulla sua adeguatezza;
  • valutazione, sentito il Collegio Sindacale, dei risultati esposti dal revisore legale nell’eventuale lettera di suggerimenti e nella relazione sulle questioni fondamentali emerse in sede di revisione legale;
  • nomina e revoca, su proposta dell’Amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, nonchè sentito il Collegio Sindacale, del responsabile della Funzione di Internal Audit.

Oltre ad assistere il Consiglio di Amministrazione, il Comitato Controllo e Rischi svolge direttamente i seguenti compiti:

  • valuta, unitamente al Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari e sentiti il revisore legale e il Collegio Sindacale, il corretto utilizzo dei principi contabili e, nel caso di gruppi, la loro omogeneità ai fini della redazione del bilancio consolidato;
  • esprime pareri su specifici aspetti inerenti all’identificazione dei principali rischi aziendali;
  • esamina le relazioni periodiche, aventi per oggetto la valutazione del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, e quelle di particolare rilevanza predisposte dalla funzione internal audit;
  • monitora l’autonomia, l’adeguatezza, l’efficacia e l’efficienza della funzione di internal audit;
  • può chiedere alla funzione di internal audit lo svolgimento di verifiche su specifiche aree operative, dandone contestuale comunicazione al Presidente del Collegio Sindacale;
  • riferisce al Consiglio di Amministrazione, almeno semestralmente,
    in occasione dell’approvazione della relazione finanziaria annuale e semestrale, sull’attività svolta, sull’adeguatezza e sull’effettivo funzionamento del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi;
  • supporta, con un’adeguata attività, le valutazioni e le decisioni del Consiglio di Amministrazione relative alla gestione di rischi derivanti da fatti pregiudizievoli di cui il Consiglio di Amministrazione sia venuto a conoscenza.

 

Nel corso del 2019 il Comitato Controllo e Rischi si è riunito sei volte e la percentuale di partecipazione alle riunioni è pari al 100% per tutti i componenti.