19 maggio 2020 9:35

Stabile la performance dell’FFO nel primo trimestre 2020, nonostante l’impatto dell’emergenza COVID-19

  • Il Risultato Netto Ricorrente (FFO) del primo trimestre 2020 si attesta a 20,8 milioni di euro, in aumento dello 0,1% rispetto al dato del primo trimestre 2019.
  • I Ricavi da attività locativa lordi sono stati pari a 38,4 milioni di euro, in leggera diminuzione (-0,9% vs 3M2019), principalmente a causa di minori ricavi variabili e affitti temporanei nelle gallerie italiane nel mese di marzo.
  • In un contesto incerto, con l’obiettivo di privilegiare la solidità patrimoniale, il CdA propone la distribuzione di un dividendo per azione 2019 pari a 22,8 centesimi per azione, più contenuto rispetto a quello di 50 centesimi originariamente proposto.

 

I risultati dei primi tre mesi del 2020 sono stati influenzati dall’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19. Le restrizioni eccezionali prese in Italia per limitare il propagarsi della pandemia a partire da fine febbraio hanno infatti comportato la riduzione di giorni e orari di apertura dei centri commerciali e la limitazione delle categorie di tenants rimasti aperti.

Nonostante il difficile contesto, la performance di IGD si è mantenuta solida, come testimonia l’FFO, il Risultato Netto Ricorrente, che si attesta a 20,8 milioni di euro, con una sostanziale stabilità rispetto al risultato dello stesso periodo del 2019 (+0,1%). Tale performance esprime la sintesi di un andamento positivo della gestione finanziaria adjusted (+0,8 milioni di euro), che ha permesso di controbilanciare gli effetti dell’andamento negativo dell’EBITDA della gestione caratteristica adjusted (-0,7 milioni di euro), a fronte di imposte invariate.

La guidance sull’FFO precedentemente indicata, che prevedeva una crescita del 2%per l’esercizio 2020, è stata ritirata, in attesa di potere disporre di un quadro più chiaro sull’evoluzione del virus e dei relativi impatti sul business della Società.

 

La peculiarità del portafoglio italiano – con centri che presentano una forte ancora alimentare e che sono un punto di riferimento nei rispettivi territori – ha permesso a tutti i centri commerciali di IGD di rimanere aperti con le attività considerate essenziali, nonostante le restrizioni disposte dal Governo su tutto il territorio nazionale.

La Financial Occupancy media in Italia si è mantenuta su livelli elevati nel trimestre, pari al 96,18%. Le forti limitazioni introdotte per contenere i contagi hanno tuttavia impattato sulla performance, portando i Ricavi da attività locativa a diminuire dello 0,9%, a 38,4 milioni di euro.

Su base omogenea i Ricavi hanno fatto segnare una riduzione complessiva dello 0,4%, esclusivamente ascrivibile alla performance del portafoglio italiano (-0,7%). In Romania, dove IGD ha potuto beneficiare di un upside significativo (+1,75%) dei canoni nei nuovi contratti e le misure restrittive sono entrate in vigore solamente nell’ultima settimana di marzo, i Ricavi da attività locativa su base omogenea nel trimestre hanno visto un aumento del 3,5%.

Fatto non trascurabile: circa l’85% del fatturato italiano del primo trimestre 2020 risulta comunque già incassato, mentre in Romania gli incassi del trimestre sono sostanzialmente pari al 100% del fatturato.

I Ricavi da attività locativa netti sono risultati pari a 33,0 milioni di euro, in flessione del 3,3%, per effetto, oltre che dei minori Ricavi, anche di maggiori spese condominiali e di più elevati accantonamenti su crediti.

L’EBITDA della gestione caratteristica di Gruppo del primo trimestre 2020 si attesta a 30,3 milioni di euro, in calo del 2,8%, essenzialmente per effetto della flessione dei Ricavi da attività locativa. Rimangono infatti stabili i Ricavi netti da servizi e le spese generali, che vedono anzi un leggero risparmio in termini di personale, costi di sede, consulenze e gestione societaria. L’EBITDA Margin si è perciò attestato al 75,8% (vs 77,3% del primo trimestre 2019).

Il Saldo della gestione finanziaria del primo trimestre 2020 è risultato negativo per 9 milioni di euro (vs -8,1 milioni di euro del primo trimestre 2019). Il saldo mostra in realtà un miglioramento del 10,8% rispetto al primo trimestre 2019 se rettificato da negative carry, IFRS16 e oneri non ricorrenti.

La Posizione finanziaria netta al 31.03.2020 è risultata pari a 1.153,2 milioni di euro (1.097,3 milioni di euro, incluso l’effetto IFRS16), mentre il rapporto Loan-to-Value si è attestato al 47,2% (vs 47,6% a fine 2019), rimanendo stabilmente al di sotto della soglia del 50%. Il costo medio del debito ha segnato un ulteriore lieve miglioramento, passando dal 2,35% di fine 2019 al 2,30% di fine marzo 2020.

Considerata l’incertezza che l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha prodotto sullo scenario economico italiano, il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto prioritario l’obiettivo di preservare la solidità patrimoniale della Società, proponendo di distribuire la quota corrispondente al 70% dell’utile netto derivante dall’attività di locazione immobiliare, ovvero l’importo minimo richiesto nel regime SIIQ.

Alla prossima Assemblea dei Soci dell’11 giugno 2020 viene perciò chiesto di approvare la distribuzione di un dividendo di 0,228152 euro per azione per l’esercizio 2019, inferiore rispetto a quello di 0,50 euro per azione originariamente proposto dal CdA del 27 febbraio 2020: una decisione che, se approvata dai Soci, consentirà di contenere le uscite di cassa di IGD di circa 30 milioni di euro.

DIVIDENDO

In pagamento dal 22 luglio 2020

Record date: 21 luglio 2020

 

EBITDA gestione caratteristica  30,3 € mn -2,8%
EBITDA margin gestione caratteristica
 75,8% -150 bps
Funds From Operations (FFO)  20,8 € mn +0,1%
Loan-to-Value  47,2% < soglia max. 50%
Ricavi netti da attività locativa adj. (Net Rental Income adj.)  33,0 € mn -3,3%