19 novembre 2019 11:30

Il punto di vista dell’Amministratore Delegato sui primi nove mesi del 2019

Gentili Azionisti,

i risultati dei primi nove mesi del 2019 indicano che siamo saldamente sul percorso indicato dal Piano Strategico triennale che ci traghetterà al 2021.

Abbiamo perseguito con efficacia le politiche che avevamo individuato in ambito commerciale e di asset management, continuando a investire per innovare i nostri centri commerciali e soddisfare le nuove aspirazioni dei visitatori: in questi mesi abbiamo lavorato per proporre una scelta più ricca nelle food court, uno spettro più ampio di servizi e un uso più diffuso della tecnologia, che possa rendere più interattiva e informata l’intera esperienza.

Se ci focalizziamo in particolare sul terzo trimestre, possiamo rilevare un andamento delle vendite degli operatori in progressivo miglioramento rispetto ai precedenti trimestri dell’anno, quando anche il fattore meteorologico aveva giocato in negativo, condizionando soprattutto le vendite di abbigliamento a causa di un febbraio molto mite e di un maggio piovoso. Se analizziamo le metriche operative al 30 settembre 2019, possiamo infatti verificare che, a fronte di una leggera flessione degli ingressi, le vendite degli operatori nell’arco dei primi nove mesi 2019 risultano complessivamente stabili, con un segnale incoraggiante che proviene anche dallo scontrino medio in miglioramento. Il tasso di occupancy nel frattempo rimane su livelli elevati, pari al 96,4%.

Rispetto al contesto italiano, che presenta un’economia ancora ferma, con consumi anemici, lo scenario nel quale ci siamo trovati a operare in Romania ha tratti nettamente più dinamici. Un fatto che ci ha permesso di cogliere appieno i benefici dei restyling e delle scelte di riposizionamento commerciale effettuate in passato sulla catena dei nostri centri Winmarkt, come conferma l’andamento degli indicatori-chiave al 30 settembre, con un’occupancy che raggiunge il 97,5%, un upside del 3,3% nei livelli dei canoni in occasione dei rinnovi dei contratti e un’espansione del 2,7% dei ricavi da attività locativa.

La nostra consapevolezza di operare in uno scenario sfidante in Italia ci ha indotto a sostenere l’afflusso dei visitatori, in particolare nei centri commerciali più strategici per il nostro portafoglio, attraverso il varo di un’importante campagna di comunicazione istituzionale, “I’m possible. Il luogo dove tutto è possibile”.

I risultati consolidati che abbiamo consuntivato in questi primi primi nove mesi dell’esercizio in corso, con un EBITDA della gestione caratteristica in crescita dell’11,0% (+2,0% il dato adj. ex IFRS16) e un FFO che migliora del 5,6%, testimoniano che, come un maratoneta, IGD sta tenendo il passo giusto per proseguire nella direzione indicata dal Piano.

Abbiamo ricordato il nostro continuo impegno nella gestione commerciale e nell’asset management, ma anche sul fronte della gestione finanziaria abbiamo proseguito la politica di ottimizzazione del costo del debito, che si è attestato al 2,4% rispetto al 2,67% dei primi nove mesi del 2018. E’ proseguito inoltre un attento controllo sul rapporto Loan-to-Value, che è risultato pari al 47,8%, in miglioramento rispetto al 48,2% registrato nel primo semestre.

Dopo la chiusura del trimestre, il 22 ottobre, abbiamo ottenuto da parte di Fitch un nuovo rating, BBB- con Outlook stabile: elemento fondamentale per le nostre future attività di liability management.

Mi fa piacere infine constatare che il nostro Bilancio Annuale ha ottenuto per il secondo anno consecutivo l’EPRA Gold Award, mentre il Bilancio di Sostenibilità si è aggiudicato l’EPRA Gold Award per la quinta volta. Essere riconosciuti per l’eccellenza della propria reportistica secondo i criteri e le modalità di rappresentazione di dati e informazioni raccomandati dall’EPRA, l’Associazione Europea del Real Estate, non è solo motivo di orgoglio per tutte le persone di IGD che si sono impegnate nella redazione dei Bilanci, ma anche la prova che il nostro sforzo per una comunicazione chiara e trasparente fa di IGD un “libro aperto” rispetto a tutti i suoi interlocutori.

L’anno prossimo, cogliendo l’occasione di celebrare i 10 anni dal primo Bilancio di Sostenibilità, organizzeremo un evento durante il quale potremo avere un arricchente dibattito con diversi nostri stakeholder e personalità di peso del settore sui temi della sostenibilità molto ricorrenti nel dibattito odierno.

Come sempre, siamo contenti di condividere il nostro punto di vista e di confrontarci con le esperienze e i punti di vista degli altri, per potere giocare il nostro ruolo in maniera sempre più responsabile.