7 novembre 2017 12:07

Le breaking news della sostenibilità

Riconoscimenti e nuove sfide

IGD ottiene nuovamente il Gold sBPR EPRA Award e avvia il processo di assurance del Bilancio di Sostenibilità 2017

L’impegno di IGD nel rendere sempre più trasparenti e comparabili le proprie performance di sostenibilità ha permesso alla Società di ottenere un prestigioso riconoscimento a livello internazionale dedicato alla qualità della reportistica di sostenibilità. L’EPRA (European Public Real Estate Association), associazione europea del settore immobiliare, per il terzo anno consecutivo ha infatti attribuito al Bilancio di Sostenibilità di IGD il massimo riconoscimento possibile, il sBPR (sustainability Best Practice Recommendations) Gold Award.

Il fatto che la Società soddisfi a livelli di eccellenza le raccomandazioni dell’Associazione nella redazione del proprio Bilancio di Sostenibilità significa che gli investitori possono trovare completa disclosure delle metriche per loro rilevanti e compararle con quelle delle altre società europee quotate che seguono i medesimi standard.

Il premio Gold è stato attribuito sulla base del fatto che IGD ha soddisfatto tre precisi criteri:

  • massima aderenza alle sustainability Best Practice Recommendations definite dall’EPRA stessa
  • punteggio complessivo superiore all’85%
  • disclosure su almeno 12 indicatori di performance tra quelli previsti dagli standard EPRA.

EPRA richiederà alle società aderenti di ampliare il raggio della comunicazione di sostenibilità con la prossima pubblicazione della terza edizione delle linee-guida delle sBPR, nelle quali rientreranno anche indicatori su temi Social e Governance, oltre a quelli Environment già presenti nelle raccomandazioni della seconda versione. Nel 2018, conseguentemente, la metodologia alla base del punteggio degli EPRA sBPR Awards sarà rivista per includere i nuovi indicatori social e governance raccomandati. IGD si sta adoperando per introdurre nella propria rendicontazione questo nuovo standard.

Nel frattempo IGD si è posta un nuovo obiettivo di miglioramento per 2017: quello di sottoporre il proprio Bilancio di Sostenibilità all’assurance di una terza parte, PWC. Per IGD, che già è perfettamente compliant con gli standard GRI (Global Reporting Initiative), significa offrire ai propri stakeholder maggiori garanzie sulla correttezza del percorso attraverso il quale il Bilancio è redatto: dalla scelta dei temi su cui concentrare l’attenzione, alla validità dei processi di raccolta ed elaborazione dei dati.

Anche il Bilancio di Sostenibilità del 2017, come i due precedenti, sarà approvato dal Consiglio di Amministrazione contestualmente al Bilancio Civilistico Annuale.

IGD, dal 2015, ha inoltre già avviato il percorso di integrazione delle tematiche di sostenibilità negli obiettivi del Piano Industriale. Nel 2018 terminerà il periodo coperto dal Piano attuale: il prossimo esercizio di pianificazione vedrà una completa integrazione degli aspetti di sostenibilità, a partire dal processo di identificazione degli obiettivi del Piano stesso.

Innovazione come fattore alla base delle performance di lungo termine

L’innovazione nei centri commerciali IGD: nuovi eventi con esperienze di realtà virtuale e una rete completa di totem per interagire con i visitatori

Mostra di Jules Verne al Centro Piave, Venezia

IGD sta proponendo in forma itinerante nei propri centri la mostra interattiva che ricrea le storie e le ambientazioni dei libri di Jules Verne.

Il progetto prende corpo in otto diverse isole tematiche, una per ogni libro del romanziere francese che la mostra propone. Nelle isole animate e interattive i visitatori possono vivere in prima persona le emozioni delle avventure e dei viaggi raccontati da Verne. Laboratori didattici dedicati alle scuole e letture animate completano l’esperienza.

Per proiettare il visitatore nel mondo fantastico dei romanzi di Verne, IGD ha arricchito una delle isole con un sistema di realtà virtuale. Entrati in un’area di 12 mq dalle pareti trasparenti e indossate le cuffie e gli occhiali 3D, i visitatori possono provare l’emozione di muoversi per 4 minuti all’interno della realtà narrata da Verne. Nei centri commerciali nei quali la mostra è già stata realizzata, l’interesse riscosso ha confermato la validità della nuova proposta, con lunghe code nei fine settimana di grandi e piccoli desiderosi di immergersi nelle avventure di Verne: un esempio emblematico di tempo che può essere speso in modo divertente e costruttivo all’interno del centro commerciale, senza limitarsi allo shopping.

Sempre nella logica di abbracciare le idee più innovative per migliorare l’esperienza del visitatore, IGD ha completato l’installazione di totem interattivi in tutti i centri commerciali che gestisce in Italia.

Il totem propone un palinsesto del specifico per ciascun centro commerciale e pubblicizza le iniziative delle insegne presenti, attraverso immagini, video e locandine: in tre minuti perciò il visitatore può passare in rassegna tutto ciò che il centro ha da offrirgli. Attraverso il totem, inoltre, può partecipare a concorsi o promozioni dei marchi.

I vantaggi della comunicazione realizzata attraverso il totem non si limitano al fatto di potere eliminare la circolazione di strumenti cartacei: il totem è il mezzo della nuova interlocuzione diretta con i visitatori; un mezzo capace di generare la raccolta di preziosi feedback, in forme anche molto semplici e immediate.

Prosegue l’innovativo progetto Waste-2-Value, dedicato all’economia circolare

Dopo la realizzazione dei due hackathon, che hanno coinvolto numerosi studenti universitari e partecipanti a un corso Master (cfr. l’articolo dell’ultima newsletter), sono emerse alcune idee volte a dare un’applicazione concreta al progetto di circolarità ed eliminazione di alcuni rifiuti nell’ambito delle attività svolte all’interno del Centro commerciale Nova, a Villanova di Castenaso (BO). Tali progetti sono al momento al vaglio dei partner dell’iniziativa: IGD, Coop Alleanza 3.0, CAMST ed Impronta Etica. Parallelamente è in atto una campagna di informazione e sensibilizzazione dei visitatori sulle opportunità di riutilizzo degli scarti.

In questo contesto assume rilevanza l’evento che si è tenuto presso il CentroNova il 28 ottobre, all’interno del quale i visitatori sono stati coinvolti sulle tematiche dell’economia circolare attraverso un workshop esplicativo, seguito da un flash mob e da un quiz game aperto a tutti.

Il progetto che a fine anno sarà identificato come vincitore sarà poi prototipato all’interno del CentroNova stesso.