12 novembre 2014 14:02

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2014

  • Ricavi gestionali consolidati: 91,8 milioni di euro (+1,5% rispetto al allo stesso periodo del 2013);
  • Ricavi della gestione caratteristica: 90 milioni di euro sostanzialmente stabili rispetto al 2013;
  • Utile Ante Imposte 9,4 milioni di euro (+14,0%); Utile Netto del Gruppo: 7 milioni di euro;
  • Funds from Operations (FFO) della gestione caratteristica: 25 milioni di euro
  • “Gearing ratio” adjusted[1] pari a 0,95;Loan to Value adjusted1 48,2%
  • Positivi risultati operativi Centri Commerciali Italia: ingressi +0,2% vendite + 3,5%

Il Consiglio di Amministrazione di IGD – Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A.(“IGD”o la“Società”), uno dei principali player in Italia nella proprietà e gestione di Centri Commerciali della Grande Distribuzione Organizzata e quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Gilberto Coffari, ha esaminato e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2014.

E’ l’ultima trimestrale pre-aumento di capitale, e si riferisce a 9 mesi che in termini di  contesto macro economici  sono risultati ancora critici, ma che evidenziano la tenuta dei nostri principali indicatori commerciali ed economico finanziari, come dimostra l’utile ante imposte che al 30 settembre ha registrato un incremento del 14%” ha dichiarato Claudio Albertini, Amministratore Delegato di IGD – Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A. ”L’aumento di capitale ha riscosso un grande successo in termini di adesioni e questo ci rende ottimisti sulla chiusura dell’anno e fiduciosi, soprattutto, sugli effetti che l’operazione avrà sull’andamento del prossimo esercizio, grazie ad una struttura patrimoniale e finanziaria più forte, e confidando anche nel miglioramento del contesto economico generale”.

Principali Risultati Consolidati al 30 settembre 2014

Nei primi nove mesi del 2014, il Gruppo IGD ha realizzato ricavi gestionali consolidati pari a circa 91,8 milioni di euro, in aumento del 1,5% rispetto ai primi nove mesi del 2013, grazie sia a una sostanziale tenuta dei ricavi della gestione caratteristica, sia alla conclusione della vendita di 5 unità residenziali e altri ricavi da trading di minore entità per un valore complessivo di 1,6 milioni di euro, relativi al progetto Porta a Mare.

E’ peraltro positivo evidenziare che, tali risultati sono stati registrati in un contesto ancora debole e caratterizzato da una ridotta incidenza sui ricavi dell’indicizzazione dei contratti, dovuta al calo dell’inflazione. In Italia sono risultati in crescita rispetto al 2013 sia gli ingressi nei Centri del Gruppo (+0,2%) che, soprattutto, le vendite degli operatori nelle Gallerie (+3,5% a rete totale).

Più in dettaglio i ricavi da attività locativa sono diminuiti dello 0,6% per effetto soprattutto del calo registrato in Romania. Tale variazione è la risultante di:

  • maggiori ricavi like for like (perimetro omogeneo) in Italia al netto della vacancy programmata o strategica con un incremento dello 0,4%. Si conferma il positivo andamento degli ipermercati (+0,8% per indicizzazione oltre che per la progressiva andata a regime dei canoni sugli ipermercati di recente apertura). Le gallerie si sono mantenute sostanzialmente stabili (+0,1%), con andamenti particolarmente positivi a Tiburtino, Conè, Nova e Le Maioliche.
  • nuove aperture realizzate nel corso del 2014 (ampliamento del Centro d’Abruzzo, inaugurato il 10 aprile 2014 e Piazza Mazzini, inaugurate le prime unità retail il 10 luglio);
  • contrazione dei ricavi in Romania (-19,2%): a perimetro omogeneo (-11%) hanno influito il trascinamento del downside sui contratti di fine 2013 e primo trimestre 2014 e a una maggiore vacancy media nel periodo, inoltre per il -8% la vacancy è strumentale per la prosecuzione del piano investimenti.
  • ricavi da attività immobiliare locativa relativi al progetto Porta a Mare, su unità ad uso uffici locate tra il 2012 e il 2013 ca 140 mila euro.

I ricavi da attività di servizi sono in aumento del 5,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: nel periodo sono significativamente incrementati i ricavi da pilotage (circa 393 mila euro), relativi alle attività prestate per l’ampliamento del Centro d’Abruzzo e Piazza Mazzini a Livorno.

I costi diretti della gestione caratteristica, comprensivi dei costi del personale, sono pari a 23,4 milioni di Euro, in crescita del 10,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente soprattutto per l’aumento della voce affitti e locazioni passive (+31,4%), determinato dalla cessione della galleria Le Fonti del Corallo di Livorno che è ora in gestione.Al netto delle locazioni passive i costi diretti della gestione caratteristicaregistrano un lieve incremento pari a+1,3%.

Le spese generali della gestione caratteristica sono pari a 7 milioni di euro, in crescita del 3,8% rispetto ai primi nove mesi 2013 ma comunque risulta sostanzialmente stabile l’incidenza sui ricavi della gestione caratteristica ( 7,9%).

L’Ebitda Margin della gestione caratteristica si è attestato al 66,0%, mentrel’Ebitda Margin da Freehold management si è attestato al 77,7%.

Positivo l’andamento del Risultato Operativo (EBIT) (al 30 settembre 2014 pari a 43,8milioni di euro)in incremento dello 0,8% e della gestione finanziaria che ha registrato un leggero miglioramento, attestandosi a 34,5 milioni di euro (34,7 milioni di euro a fine settembre 2013).

Il risultato ante imposte consolidato del periodo è pari a 9,4 milioni di euro, in crescita del 14%n rispetto al 2013, sia per effetto di minori svalutazioni e adeguamenti di fair value, sia per miglioramenti della gestione finanziaria.

L’Utile Netto del periodo di competenza del Gruppo al 30 settembre 2014 risulta pari a 7 milioni di euro, è in flessione rispetto agli 11 milioni al 30 settembre 2013, ma su tale risultato hanno impattato gli effetti fiscali “una tantum” derivanti dall’entrata in vigore del Decreto Legge c.d. Sblocca Italia.

Il Funds From Operations (FFO), è pari a 25 milioni di euro al 30 settembre 2014.

La Posizione Finanziaria Netta del Gruppo IGD al 30 settembre 2014 è pari a 1,037 miliardi di euro stabile rispetto al dato di giugno 2014.

Alla chiusura del terzo trimestre 2014 il gearing ratio si è attestato a 1,30 e il Loan to Value a 56,1%; mentre il gearing ratio adjusted[1]e il Loan to Value adjusted  sono rispettivamente stimati pari a 0,95 e 48,2%.

Nella seduta odierna il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato di utilizzare parte dei proventi del recente aumento di capitale, per complessivi Euro 68,1 milioni, per estinguere anticipatamente e/o rimborsare parzialmente i finanziamenti a medio-lungo termine che presentano caratteristiche di onerosità superiori a quelle attualmente reperibili sul mercato, con una riduzione dei vincoli ipotecari sul portafoglio immobiliare stimata in circa Euro 132 milioni.

[1] Dati rettificati per considerare la stima degli impatti dell’aumento di capitale (200€mn) e dell’acquisizione del portafoglio immobiliare (94,8€mn) completati a fine ottobre 2014