Intratteniamo rapporti diretti e costanti con circa 600 operatori commerciali in Italia e Romania

Gli operatori commerciali rappresentano i locatari/affittuari degli spazi all’interno del centro commerciale e con loro la direzione commerciale di IGD si confronta periodicamente sugli andamenti economici, sulle attività di marketing e sulla gestione del centro con l’obiettivo di assicurare ritorni profittevoli per loro e di conseguenza conseguire risultati positivi per IGD.

Nostro punto di forza è che un operatore che entra nella nostra rete ha a disposizione 27 gallerie di proprietà oltre a 3 centri in master leasing e 12 in gestione tra cui poter scegliere ed espandere il proprio business. Inoltre grazie alla nostra caratteristica di proprietario che commercializza e contemporaneamente gestisce le proprie strutture seguiamo l’intero ciclo di vita del centro commerciale. In questo modo il tenant ha la garanzia di avere IGD come unico referente.

 

Italia

Al 30 giugno 2018 in Italia IGD ha in essere 1.443 contratti con un totale di 665 operatori. Nel corso dei primi 6 mesi del 2018 sono stati sottoscritti 101 nuovi contratti, dei quali 34 per turnover e 67 per rinnovi, con un incremento medio dei canoni del 1,9%. Il grado di concentrazione degli operatori che rappresentano una rilevante incidenza sui ricavi locativi di IGD è limitato: in Italia i primi 10 operatori pesano il 20,0% dei canoni locativi totali delle gallerie.

La nostra proposta commerciale si configura con un buon livello di internazionalizzazione: nelle gallerie in Italia le insegne internazionali rappresentano il 41% delle vendite operatori. Mentre si registra un buon equilibrio tra marchi nazionali e locali che garantisce buone relazioni con il tessuto sociale in cui si trova il centro commerciale.

 

Al 30 giugno 2018 nelle gallerie italiane la suddivisione delle insegne e le varie categorie merceologiche sono così rappresentate:

L’offerta merceologica – il cosiddetto merchandising mix – delle nostre gallerie in Italia è cambiata nel corso del tempo passando da un layout che prevedeva un corridoio di punti vendita complementari all’ancora alimentare ad un layout più complesso in cui le insegne principali orientano i flussi di una clientela che sceglie di fare una passeggiata tra negozi di abbigliamento, elettronica, ristoranti, intrattenimento, servizi, articoli per la casa, cura della persona e tempo libero.

La nuova tendenza, su cui ci stiamo muovendo, è rendere il centro commerciale sempre più un luogo di ritrovo e di aggregazione, un punto di riferimento per la comunità locale, e questo si traduce nell’inserimento di merceologie dove la “fisicità” non è sostituibile con la “virtualità” anche per contrastare la diffusione delle vendite online. Dal punto di vista del merchandising mix stiamo quindi privilegiando i servizi alla persona come cliniche dentistiche e diagnostiche, palestre e centri benessere, spazio bimbi e uffici comunali.

Inoltre stiamo lavorando su un nuovo concetto di food court come luogo esperienziale con una forte componente relazionale. In una logica di centro commerciale come spazio da vivere, la food court è sempre più uno spazio di vita e sempre meno uno spazio di mero consumo e deve essere in grado di declinarsi a seconda delle diverse esigenze d’uso. La food court diventa quindi un luogo per rilassarsi, organizzare un veloce meeting di lavoro, pranzare tranquillamente serviti al tavolo o fare un break veloce per ricaricare anche smartphone e tablet.

La capacità di ripensare il merchandising mix, in stretta connessione con la capacità di rimodulare gli spazi, è stato l’elemento-chiave che ci ha consentito di mantenere elevata l’occupancy, pur in presenza della prolungata crisi dei consumi registrata in Italia negli anni passati e a fronte di nuovi stili di vita emergenti, che si sono rivelati più attenti alla propria salute e al benessere dei propri animali.

 

Romania

Al 30 giugno 2018 nei centri commerciali in Romania IGD ha in essere 603 contratti. Nel corso dei primi 6 mesi del 2018 sono stati rinnovati sottoscritti 231 contratti di cui 111 per turnover e 120 per rinnovi, con un incremento medio dei canoni del 1,1%. Il grado di concentrazione degli operatori che rappresentano una rilevante incidenza sui ricavi locativi di IGD è limitato: in Romania i primi 10 operatori pesano il 35,0% dei canoni locativi totali delle gallerie.

La proposta commerciale di IGD si configura con un buon livello di internazionalizzazione: nelle gallerie in Romania le insegne internazionali rappresentano il 33% delle vendite operatori.

Al 30 giugno 2018 nelle gallerie rumene la suddivisione delle insegne e le varie categorie merceologiche sono così rappresentate:

Negli ultimi anni Winmarkt ha seguito una politica di rinnovamento del merchandising e del tenant mix sempre nell’ottica di inserire brand di livello internazionale in grado di aumentare l’attrattività delle gallerie.

Inoltre ha portato avanti un progetto volto ad occupare i piani alti dei nostri centri commerciali con un’offerta collegata a uffici e servizi, ad esempio nel 2016 sono state riconvertite superfici del centro commerciale di Ploiesti per ospitare una sezione del tribunale locale e una clinica medica.

Il lavoro svolto negli ultimi anni per adeguare le gallerie Winmarkt a standard sempre più internazionali ha dato, nel 2017, buoni risultati in termini di occupancy.

Contatti
Laura Poggi / Responsabile servizio commercializzazione / commerciale@gruppoigd.it