Per rilevare e valutare i rischi, abbiamo implementato un modello integrato di Enterprise Risk Management (ERM)

La valutazione del rischio è considerata elemento basilare del sistema di controllo interno e gestione dei rischi. In tale direzione, al fine di dotarsi di strumenti più allineati alle esigenze di controllo e di gestione dei rischi, IGD ha definito ed implementato un processo di gestione integrata dei rischi, che si ispira a standard riconosciuti a livello internazionale in ambito Enterprise Risk Management (“ERM”). In coerenza con gli standard metodologici di riferimento, la valutazione del rischio viene rappresentata attraverso la descrizione di quattro sotto elementi:

  • Definizione di appropriati obiettivi

La Società verifica che le attività di progettazione, implementazione e monitoraggio del sistema di controllo interno e gestione dei rischi siano costantemente allineate agli obiettivi strategici, finanziari, operativi e di compliance della Società.

  • Identificazione e valutazione dei rischi

Il Modello di Risk Management adottato prevede una costante attività di aggiornamento e sviluppo da parte del management, al fine di rendere lo stesso coerente con l’evoluzione organizzativa e di business.

Tale attività, effettuata in relazione al processo di Enterprise Risk Management, viene integrata da specifiche valutazioni di rischio effettuate nell’ambito di sistemi di controllo specifici (internal auditing, sistema di controllo sulle procedure amministrativo-contabili ex. L. 262/05).

  • Identificazione e valutazione dei rischi di frode

Il modello ERM definito identifica e valuta, nella propria Risk Map, un’area di rischio riferita a “Frodi commesse dal personale della Società o dai suoi stakeholder con effetti sul patrimonio e sulla reputazione”. I presidi di controllo disegnati, in particolare relativamente alle aree di gestione amministrativo-contabile, all’area di gestione della finanza e della tesoreria, alla gestione patrimoniale e commerciale, tengono in considerazione anche aspetti relativi al rischio frode.

  • Identificazione ed analisi dei cambiamenti significativi

Nell’ambito del sistema di controllo interno e gestione dei rischi definito, sono periodicamente pianificate ed eseguite attività di verifica ed aggiornamento dell’analisi e valutazione dei rischi, tenuto conto delle strategie perseguite e del modello organizzativo e di business adottato. Pertanto la Società promuove ed effettua periodiche attività di aggiornamento dei modelli di identificazione e valutazione dei rischi (sistema ERM, Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01, sistema di controllo amministrativo-contabile ex L. 262/05) e della loro coerenza con le peculiarità organizzative e di business e con le strategie aziendali.

 

I principali rischi che affrontiamo e gestiamo nello svolgimento delle nostre attività sono riconducibili a quattro ambiti:

Rischi strategici

  • Variazioni di scenario macro e micro-economico o degli stili di consumo
  • Perdita di valore degli asset
  • Rischio Paese (fattori macroeconomici e geopolitici presso Paesi esteri in cui si effettuano investimenti)
  • Rendimento delle operazioni di sviluppo non retail non allineato alle aspettative (esempio progetto Porta a Mare di Livorno).

Rischi operativi

  • Inadeguata pianificazione e realizzazione del posizionamento obiettivo/ mix commerciale/ tenant mix nella collocazione degli spazi agli operatori
  • Criticità nella gestione del credito per attività di locazione e vendita (pre e post transazione)
  • Non ottimale gestione del rapporto contrattuale e delle rinegoziazioni con i clienti
  • Rischio di pre-letting
  • Danni al patrimonio causati da eventi catastrofici o terzi (per esempio terremoti, allagamenti, incendi) e risarcimento danni a terzi.

Rischi di compliance

  • Responsabilità ex D.Lgs 231/01
  • Sanzioni connesse alla violazione della normativa regolamentare delle società quotate (Consob, Borsa)
  • Responsabilità ex L. 262/05
  • Rischio fiscale legato al mantenimento dei requisiti per il regime SIIQ

Rischi finanziari

  • Rischio reperimento finanziamenti e cash management
  • Rischio tasso
  • Rischio di cambio