Image
22 febbraio 2018
Signori Soci, il Bilancio 2017 della Vostra Società presenta risultati mai raggiunti in precedenza. Dopo avere superato le performance record del 2016, IGD dimostra di essere saldamente sul percorso indicato dal Piano Industriale 2016-2018, con alcuni obiettivi finali, che possono dirsi già  sostanzialmente raggiunti. L’utile netto di Gruppo, in progresso del 26,5% rispetto al dato del 2016, si è attestato a 86,5 milioni di euro. L’indicatore-chiave per ...
22 febbraio 2018
I risultati al 31 dicembre 2017 presentano una crescita del 6,7% a livello di EBITDA della gestione caratteristica, con il relativo EBITDA margin che raggiunge il 69,7%, rispetto al 69,3% dell’esercizio precedente. Grazie alla combinazione di efficaci politiche commerciali e di asset management, l’EBITDA margin degli immobili di proprietà si è attestato al 79,2%. L’FFO cresce del 21,7%, in misura superiore al miglioramento del 20% indicato ...
Image
Image
22 febbraio 2018
Daniele Cabuli, direttore generale alla gestione e responsabile della direzione commerciale di IGD, ci presenta gli aspetti strutturali e metodologici dell’impostazione che la Società ha voluto dare ai Piani Marketing dei singoli centri commerciali, con l’obiettivo di ottimizzare gli investimenti complessivi di budget attraverso un’allocazione efficace e coerente attraverso l’intera rete. Dottor Cabuli, da quali presupposti nascono i nuovi Piani Marketing dei centri commerciali di IGD? Abbiamo ...
22 febbraio 2018
Il Bilancio di Sostenibilità 2017 segna una svolta nel percorso che IGD ha intrapreso nel 2011. Innanzi tutto per la qualità dell’informativa, la cui conformità agli standard della Global Reporting Initiative è certificata per la prima volta da una società indipendente: PwC. In secondo luogo, per i nuovi 13 temi ‘material’ che sono stati individuati incrociando ciò che è rilevante per IGD con ciò che riveste maggior ...
Image
Image
22 febbraio 2018
IGD nel 2017 ha messo a segno un progresso del 33,1% in termini di prezzo del titolo azionario. Ha perciò sovraperformato in misura significativa sia l’indice del listino italiano sia quello del comparto europeo del real estate, che hanno comunque chiuso l’anno sui massimi, consuntivando un incremento rispettivamente pari al 15,5% e al 9,3% su base annua. Le vendite generalizzate che hanno colpito i mercati azionari ...